venerdì 8 settembre 2017

I wish, I could, flow.

Lasciar scorrere le idee, le ispirazioni, la creatività...questo è flow!
Un mondo magico racchiuso in pagine piene di colori e di spunti.
Una rivista che segue il cuore, ricca di illustrazioni, di racconti, di sogni.
Una rivista per chi ama perdersi in un mondo magico di carta da sfogliare, per chi è "imperfetto" ed è felice di esserlo, per chi guarda al passato, vive il presente e sogna in grande per il futuro!
E allora come non aderire all'iniziativa lanciata da Anabella di My Washi Tape per raggiungere il sogno di molte creative italiane...un #flowinitaliano.
Una community che cresce sempre di più e alla quale potete partecipare anche voi.
Ogni venerdì una coppia di creative, blogger e illustratrici, realizza un'illustrazione da condividere su istagram.
Per partecipare e far crescere la community potete ripostare l'immagine oppure scaricarla, stamparla e fotografarla nel vostro stile condividendo con gli hashtag #flowinitaliano e #flowmagazineday!
Io e Ornella di Mammamatta siamo la coppia di questo venerdì di inizio settembre.



Ci siamo divertite ad intrecciare i nostri mondi creativi, le nostre passioni, le nostre idee, le nostre capacità, realizzando un'illustrazione "collage", che trovate anche nel bellissimo post di Ornella e che potete scaricare QUI, e scambiandoci emozioni e pensieri davanti al tavolo da lavoro e ad un caffè......




Quando e come è nata la tua creatività?

Sara: "Sin da piccola mi perdevo ad osservare le persone che riuscivano a realizzare oggetti dal nulla, passavo ore ad ammirare mia nonna e mia zia che creavano meraviglie all’uncinetto. Ho sempre amato tutti i materiali … e poi, come d’incanto, ho scoperto la carta di cui mi sono innamorata."
Ornella: "Fin da che ho memoria, ricordo di aver sempre amato disegnare. Alle elementari avevo già una passione sfrenata per quaderni e matite colorate. Nascondevo un foglio sul ripiano inferiore del banco per disegnare indisturbata anche durante le ore di scuola. Alle medie, con i primi temi, è nata la mia passione per la scrittura. Alle superiori ho deciso che avrei unito le due cose e che la creatività sarebbe diventata il mio mestiere."

La creatività ha molto a che fare con il sentire e il trasmettere sensazioni e sentimenti. Qual è il sentimento che ti guida più facilmente verso le tue idee?

Sara: "Sicuramente l’essere creativa mi rende una persona che si lascia trasportare dal cuore in ogni situazione. La serenità d’animo e la speranza sono i sentimenti che più mi guidano."

Ornella: "L’apertura. Tutte le mie idee nascono dalla capacità di mantenere un’attenzione diffusa, mai focalizzata su un singolo aspetto o elemento ma su una visione di insieme. Mi piace cercare connessioni, avvicinare cose distanti, giocare con i contrasti. Questa sono io anche nella vita. La creatività mi insegna a liberarmi dalle routine di pensiero, che per me sono altamente tossiche."

Qual è il tuo sogno nel cassetto?

Sara: "Un sogno che è ancora chiuso nel cassetto, ma che spero con un tocco di polvere scintillante si possa avverare è realizzare un laboratorio creativo aperto alle idee, alla voglia di fare insieme. Uno spazio da gestire insieme ad altre creative dovete organizzare workshop, conferenze, incontri…dove sorseggiare una tazza di tè e magiare una fetta di torta “handmade” circondate da tanta creatività!"

Ornella: "Scrivere un libro."

Ti capita mai di fermarti e osservare le tue giornate da lontano, di chiederti se stai andando troppo di fretta?

Sara: "Si…mi capita spesso! E mi rendo conto di come spesso vado troppo veloce, di quante piccole cose perdo e di quante sensazioni ed emozioni mi sfuggono. E allora mi sforzo di fermarmi, di rallentare, perché solo prendendosi il tempo giusto si riesce a vivere la vita appieno." 
Ornella: "Ho sicuramente una vita frenetica e delle ore piene, ma non passa giorno in cui io non trovi un momento per riflettere sul senso delle mie giornate, su quello che sto facendo e su ciò che sta cambiando sotto i miei occhi. In questo, il mio “diario” su Instagram è davvero utile."

Come affronti le tue giornate? Soprattutto le più complicate? Ottimismo o pessimismo cosmico?

Sara: "Le mie giornate sono sempre “complicate”, nel bene e nel male! Il mio motto è che tutto passa e tutto si aggiusta. Quindi bisogna vivere con OTTIMISMO!!!!!"

Ornella: "I miei stati d’animo sono molto sensibili agli eventi, il mio umore può cambiare anche più volte nello stesso giorno :P Ma proprio per questo, vivo anche i miei momenti arrabbiati e incasinati con la consapevolezza che basta una cosa semplice per farmi tornare il sorriso. Di solito, mi prendo in giro da sola."

Credi nelle sinergie?

Sara: "Credo fermamente nelle sinergie, nella forza della condivisione. Unire le forze per raggiungere un obbiettivo comune è fondamentale per realizzare qualcosa di veramente unico e bello. E’ una forza che ti arricchisce e che ti aiuta poi a camminare da sola con il cuore più leggero e sicuro. Il progetto di flow è questo. La community che Anabella ha fortemente voluto e che tutte noi appoggiamo è questo. Il nostro progetto per #flowinitaliano è questo. E tutta questa sinergia mi rende davvero felice!"

Ornella: "Penso che la creatività sia un virus. Uno di quelli che quando ti infetta ti rende incapace di fare qualsiasi cosa, a parte creare. Da questa malattia non si guarisce mai. Può sopirsi e lasciarti in una dimensione sterile per un po', ma prima o poi torna ad impossessarti di te con sintomi inequivocabili. Di una cosa poi sono certa: è altamente contagiosa e diventa più forte e intensa quando è condivisa."

Consiglia un libro, un’opera o una creazione che ha lasciato un segno indelebile nella tua memoria e chi ti è d’ispirazione.

Sara: "Sono infinite le cose che mi ispirano, ma ho un libro che è nel mio cuore e che rileggo spesso…”Il gabbiano Jonathan Livingston” di Richard Bach, lui impara a volare attraverso il sacrificio e la felicità di riuscire a farlo. Tutti dovremmo vivere seguendo il vero gabbiano che vive nel profondo di noi"

Ornella: "Annamaria Testa è stata una delle mie docenti all’università. Seguendo uno dei suoi laboratori, ho imparato ad incanalare la mia creatività e ho appreso un vero e proprio metodo di lavoro. Ci sono mille artisti che mi hanno influenzata, ma a lei va il merito di aver fatto scattare in me un fuoco che ancora alimenta tutto ciò che faccio. Consiglio tutti i suoi libri."



E allora aspettando che Ornella scriva il suo libro, magari lasciandosi ispirare negli spazi del famoso "Laboratorio creativo" e che i nostri progetti si intreccino ancora, tutte insieme incrociamo le dita e, forti e compatte, come solo noi donne sappiamo essere, andiamo avanti finchè non si realizzerà il nostro sogno!

I wish
I could
  flow. 

Sara.




lunedì 17 ottobre 2016

#WeekHand2016

24 e 25 settembre.
Foligno.
Umbria.
Festival del fatto a mano.
50 artigiani creativi.
Una piccola grande donna con la forza di una leonessa.
Grandi e piccini appagati e felici.
Sono passati giorni e settimane ormai, ma il ricordo è impresso nel cuore e le belle sensazioni ancora vive e rumorose.
Francesca e il suo team hanno dato vita ad una seconda edizione che ha confermato e superato la precedente in qualità e meraviglia, organizzazione perfetta e atmosfera bella e accogliente!
E anche quest'anno io ho voluto esserci....
Per respirare quell'aria ricca e gonfia di creatività e di bellezza!!!!
Per donare e ricevere parole emozionate e felici.
Per abbracciare forte persone piene di entusiasmo e cuore.
Per raccogliere abbracci curativi.
Per ridere e chiacchierare di chiacchiere che amo.
Per donare agli occhi lo stupore per le cose belle.
Per tornare a casa ... ricca e appagata ... pronta per l'attesa di una prossima volta!
Vi lascio respirare un pò della bellezza presente attraverso le foto che parlano di colori, creatività, bravura, eccellenza.....
I Baccelli colorati e morbidosi portatori sani di felicità
I Baccelli
Gli unicorni fantasiosi di Petit Pois Rose
Le Clarattine di Petit Pois Rose
I gioielli di legno di PITHY
I pom pom e il tricotin in parole di Blog a Cavolo
Le mongolfiere colorate di Jo Handmade Design
Jo Handmade Design
I quaderni rilegati con sapienza e ingegno di Fox Craft
Le meravigliose Pulzelle di Pal
Le storie e i personaggi di Wombo the original
Le tazze e i piatti bellissimi di Sokio design studio
I pesci super fantasiosi di cou.cou.ja
Il legno divertente di Folio
I timbri colorati di La Gallina Rosita
I sempre eleganti e bizzarri papillons di Officina del Papillon

Al prossimo anno. 
Alla prossima edizione.
Alla prossima meraviglia.


Sara.




venerdì 29 luglio 2016

WeekendoIt

Con il cuore ancora pieno di emozione vi racconto il "mio" Weekendoit!
Io e Veronica siamo partite di sabato mattina e dopo varie peripezie ci siamo ritrovate ad Ancona, davanti al mare, camminando su rotaie con nel naso l'odore di porto e di viaggio, per raggiungere la Mole Vanvitelliana e per essere puntuali al workshop di Pollaz <3
Cos'è il WEEKENDOIT?????
Una manifestazione unica dedicata a crafter e maker, a persone con la voglia di formarsi e di cogliere il bello dal lavoro degli altri.
Un concentrato di cose belle!
Creatività
Allegria
Competenza
Simpatia
Abbracci
Risate
Energia
Scambio continuo di esperienze e di vita.
Appena arrivate ci ha accolto Gaia [aka Vendetta Uncinetta], vestito a righe bianche/blu e scarpe bianche, e la barba simpatica e folta di Claudio [aka Rinoteca].
Sulla soglia lo stupore e la felicità di esserci.
Un luogo magico.
I primi saluti e le prime presentazioni e via alla macchina da cucire...a ritagliare spicchi di pizza dai tessuti messi a disposizione da TheColorSoup!
Foto di gruppo con festone e in gonna SmatSmat [Giorgina cara c'eri anche tu ;)]mi sono avviata verso un aperitivo "creativo" al Lazzabaretto...aria di mare e chiacchere allegre.


Macchina da cucire della mitica Gaia aka Vendetta Uncinetta
Massimo Sirelli
Wombo the original
Pollaz
Foto di MyLittleHappyTown e gonna di SmatSmat
  Ci svegliamo domenica in una stanza da teenager con un gatto coccolone e Francesca, una "padrona" di casa simpatica e disponibile.
Una colazione di racconti e un saluto grato.
Sotto la pioggia, in giro per Ancona scopro una città bella...con un animo creativo.
Un orizzonte lontano ed un mare cristallino.


Guidando per strade ormai familiari riusciamo ad arrivare poi da Zucchero a Velò, ultima tappa di questo nostro viaggio, e sorprese ed emozionate entriamo in una dimensione bellissima.
Qui le ragazze di Creativi in Rete hanno organizzato il "Brunch della domenica" momento perfetto per ritrovarci tutti, mangiando cose buone...pescando frasi magiche negli origami della fortuna...per salutarci alla fine tra mille bolle di sapone.
Purtroppo non siamo riuscite a rimanere per il market del pomeriggio e con il cuore un pò triste ma gonfio di soddisfazione da esplodere ci siamo rimesse in macchina, musica alta e via verso Roma.
Un ricordo preciso e forte di questa esperienza?
Tutto.
Gli sguardi felici e le chiacchere piene, gli abbracci e le risate vere, la voglia di stare insieme e condividere di Veronica, Clara, Serena, Irene, Federica, Valentina, Giulia, Lucia, Valentina, Alessia, Alice, Paola, Paola, Paola, Delia, Veronica...li porterò sempre con me come ricordi preziosi!!!
L'abbraccio finale, forte e caloroso, sincero e umile di Gaia uno dei ricordi più belli!!!
 

Un grazie di cuore a tutte le persone che ho riabbracciato, che ho finalmente conosciuto, che ho ormai nel cuore...
Al prossimo anno, alla prossima emozione, ai prossimo abbracci...


Sara.